12 Novembre 2019

Associazione “Lino Perrone” presenta a Matera il Calendario 2020 “Acqua, Deserti, Monsoni” con gli scatti di Gaetano Plasmati e GMB Akash dedicato a Lino Perrone: report e foto

Per ricordare il caro Lino Perrone, avvocato originario di Santeramo e materano di adozione prematuramente scomparso tre anni fa l’associazione che porta il suo nome per il terzo anno consecutivo ha festeggiato il suo compleanno con un evento all’ex ospedale San Rocco di Matera. Nell’occasione è stato presentato il calendario 2020 “Acqua, Deserti, Monsoni” con gli scatti di Gaetano Plasmati e del fotografo bengalese GMB Akash. All’incontro hanno partecipato il presidente dell’Associazione, Antonella Mazzei, il fotografo Gaetano Plasmati, il vice presidente dell’Associazione Basilicata-Mozambico, Andrea Fontanarosa e gli amici di Lino Perrone.
L’associazione materana ha presentato per l’occasione le attività svolte ed i progetti futuri. Quest’anno, oltre alla chiusura del progetto Matera World Landscape 2019, avviato un anno fa, e che ha ricevuto grande attenzione e apprezzamento da parte dei media locali e del pubblico, è stato presentato al poubblico il Calendario 2020 “Acqua Deserti Monsoni”, realizzato in collaborazione con l’Associazione Basilicata-Mozambico presieduta da Don Angelo Tataranni e con la generosa adesione del fotografo materano Gaetano Plasmati e del fotografo bengalese GMB Akash, che hanno messo a disposizione i loro scatti. “Acqua, Deserti, Monsoni” è infatti il risultato dell’incontro tra due artisti sensibili e maturi, con esperienze diverse in aree diverse del pianeta. Le immagini affrontano due temi: la carenza e l’abbondanza dell’acqua; nel 2013 la mostra sugli sconvolgimenti climatici, dalla quale sono tratte le fotografie che compongono questo Calendario, ricevette un importante riconoscimento da parte della UN-Water – F.A.O. – per il suo alto valore sociale. A distanza di pochissimi anni il tema trattato si rivela oggi di estrema e drammatica attualità, proponendo una realtà che ormai riguarda sempre più anche l’occidente, e l’Italia in particolare, ed intende quindi portare il pubblico a riflettere e a prendere coscienza del problema degli sconvolgimenti climatici.
Il tema portante è dunque la Terra e la sua tutela, l’ambiente e l’impatto dell’uomo nel mantenere o alterare gli equilibri della Natura.
Il fotografo Gaetano Plasamati presentando il Calendario con i suoi scatti che evidenziano le problematiche legate al cambiamento climatico ha ricordato che a breve partiranno progetti organizzati dall’associazione Lino Perrone che coinvolgeranno il mondo della scuola
Attraverso la realizzazione del Calendario, questa iniziativa mira a coniugare la sensibilizzazione e diffusione di una maggiore cultura della tutela dell’ambiente, con un gesto concreto e tangibile, fattivo e reale, vera Mission dell’Associazione Lino Perrone, sostenendo con una raccolta fondi un ambizioso progetto,“A Mundzuku Ka Hina”,che va avanti da oltre 10 anni grazie all’impegno, alla costanza e alla passione di Roberto Galante, responsabile, asse portante e cuore pulsante del progetto, il quale purtroppo ci ha improvvisamente lasciati a Luglio di quest’anno.
Il ricavato del Calendario 2020 sarà infatti interamente devoluto al sostegno del progetto A Mundzuku Ka Hina, una scuola/laboratorio di comunicazione rivolto ai giovani, orfani e bambini di strada che raccattano la sopravvivenza nella discarica di Maputo, in Mozambico. Un percorso di formazione professionale nel campo della comunicazione e di inserimento nel mondo del lavoro basato sulle nuove tecnologie informatiche, rivolto a quattro allievi della discarica ai quali la vita non ha offerto la possibilità di poter elaborare ed esprimere le proprie potenzialità ed i propri talenti. L’opportunità prevede uno stage in Kenia con il produttore Corrado Azzollini. Obiettivo del laboratorio è restituire gli strumenti e le competenze agli invisibili, a coloro che non hanno voce, affinché possano esprimere una propria autonoma visione sul proprio mondo interno ed esterno e diventare essi stessi gli architetti della narrazione attraverso la realizzazione di materiale video e fotografico. Gli scatti dei ‘ragazzi della discarica’ sono stati già protagonisti lo scorso anno di Matera World Landscape 2019 con la rassegna Emozioni esposta presso l’Ospedale Madonna delle Grazie, e con la rassegna Devozione presso la Chiesa di San Rocco.
Si chiude dunque con due appuntamenti Matera World Landscape 2019: le fotografie che compongono il Calendario 2020 saranno infatti esposte prima presso il Comune di Matera, fino al 10 Dicembre 2019, e poi negli spazi dell’Ospedale Madonna delle Grazie, fino all’8 Gennaio 2020.
La fotogallery dell’evento promosso per ricordare Lino Perrone (foto Antonio Sansone e www.SassiLive.it)


Fonte: Sassilive

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.