12 Novembre 2019

Standing ovation per Dodi Battaglia e Orchestra della Magna Grecia a Matera con i successi dei Pooh e i brani di “Perla”: report, intervista, video e foto

 
Piccola Katy, Pensiero, Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Uomini soli, Parsifal e per i bis Amici per sempre Non siamo in paricolo, Canterò per te e Pensiero. Sono alcuni dei grandi successi eseguiti a Matera da Dodi Battaglia, leggendario chitarrista dei Pooh, nel concerto con l’Orchestra della Magna Grecia all’Auditorium Gervasio. Dopo aver ricevuto il 20 marzo 2017 la laurea honoris causa del Conservatorio “Duni” questa sera Dodi Battaglia è ritornato nella città dei Sassi per inaugurare la stagione orchestra 2019-2020 con il primo evento della nuova stagione in compagnia dell’Orchestra della Magna Grecia diretta da Piero Romano.
Nel concerto con l’Orchestra della Magna Grecia il chitarrista ha inserito brani dei Pooh e del suo repertorio solistico, tra cui anche Un’anima, dedicata al suo amico Giorgio Faletti, l’attore comico e scrittore prematuramente scomparso nel 2014.
Voce principale di grandi successi come Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Infiniti noi, In diretta nel vento, L’altra donna, il musicista Battaglia ha emozionato il pubblico anche per la sua eccezionale performance alla chitarra elettrica in un progetto inedito con gli arrangiamenti curati per l’occasione dal maestro Valter Sivilotti.
Un esperienza, quella con l’Orchestra della Magna Grecia che ha riportato il popolare chitarrista-cantautore indietro nel tempo, quando proprio con il suo storico gruppo aveva tenuto concerti per “Pooh e Orchestra” nei maggiori teatri italiani.
Di seguito l’intervista rilasciata per SassiLive.
Dodi Battaglia nuovamente a Matera a distanza di due anni dalla Laurea honoris causa ricevuta proprio in questo luogo, nel Conservatorio Duni di Matera, quali sensazioni sta provando? “Per me già vedere il cartello è una cosa che mi fa vibrare come un ragazzino che si sveglia il giorno di Natale e aspetta il trenino. E’ stata per me una grande, immensa, soddisfazione, emozione che mi ha fatto vibrare, di solito dico sempre questa frase, è stata la più grande emozione che ho avuto da quando sono nato dopo la nascita dei miei figli, perchè una gratificazione così in una città così per me è stata una cosa memorabile e ogni volta che salgo sul palco ricordo sempre quello che mi è accaduto qua a Matera, grazie a questa città straordinaria, a Piero Romano, al Conservatorio. Per me stasera si chiude un ciclo. Quella sera ci siamo detti con Piero, che bello sarebbe se riuscissimo a fare una cosa insieme io e l’Orchestra Magna Grecia, questo è accaduto sia a Taranto e oggi qui accade a Matera. Ho solo un rammarico che sono soltanto due le occasioni per poterlo fare, spero di farne centocinquanta.
Cosa proponi per questo spettacolo? “E’ un repertorio misto tra quello che faccio nei miei concerti più popolari e quello che faccio in teatro, dedicato a Perle, questo disco che contiene i brani meno eclatanti dei Pooh ma non per questo meno importanti e meno profondi, per cui abbiamo fatto un misto di questa cosa, chiaramente prediligendo il repertorio che meglio si sposa con l’orchestra sinfonica”.
Michele Capolupo
Biografia di Dodi Battaglia
Chitarrista e cantante dei Pooh dal 1968, “miglior chitarrista europeo” (riconoscimento della rivista tedesca Stern), voce principale di grandi successi come Tanta voglia di lei, Noi due nel mondo e nell’anima, Infiniti noi, In diretta nel vento, L’altra donna, Battaglia è stato anche insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica per meriti artistici con i colleghi Roby Facchinetti, Stefano D’Orazio e Red Canzian.
Tra i numerosi progetti ricordiamo le produzioni per Adelmo e i suoi Sorapis (Zucchero, Vandelli, Zanotti, Torpedine, Maggi) e Chitarre d’Italia (Mussida e Solieri) e le collaborazioni con Vasco Rossi (Una canzone per te, Va bene, va bene così e Toffee), Al Di Meola e Tommy Emmanuel.
Nel giugno 2016, lo scioglimento dei Pooh. Il 24 luglio 2017, il Conservatorio di Musica “Egidio Romualdo Duni” di Matera, gli ha conferito una laurea honoris causa in “Chitarra elettrica – dipartimento di nuovi linguaggi e nuove tecnologie”. E’ la prima volta per un musicista pop.
Fra le chitarre di Battaglia, una Fender Dodicaster (Stratocaster signature realizzata apposta per lui). I suoi album da solista: Più in alto che c’è, D’assolo, Dov’è andata la musica; live: E la storia continua…, Dodi Day e Perle – Mondi senza età.
I video del concerto con Dodi Battaglia e l’Orchestra della Magna Grecia (SassiLive Tv)







La fotogallery del concerto con Dodi Battaglia e l’Orchestra della Magna Grecia (foto www.SassiLive.it)

 
 
Fonte: Sassilive

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.