19 Agosto 2019

Volete visitare e conoscere Matera? Prima passate da Casa Noha…

Intuizione, organizzazione e tanta passione per un patrimonio comune, anzi internazionale, come Matera da far conoscere a fondo e preservare. Il Fondo Ambiente Italiano in cinque anni di attività, data di apertura della sede ”conoscitiva” di Casa Noha, si è distinto per una offerta lungimirante, apprezzata dalla citta e dai turisti, sopratutto da quelli di una fascia medio alta che vuole capire, fermarsi, allungare lo sguardo, muovendosi a piedi, in bici o in auto per vedere cosa c’è oltre l’immagine, il selfie di maniera o il tour di due ore da crocieristi che lascia ben poco. E allora vedere la Cappella Sistina del rupestre, come è nota la Cripta del Peccato originale, il sistema di raccolta delle acque, masserie fortificate, il borgo di La Martella che portò la Fondazione di Adriano Olivetti ad avviare l’esperienza di ”Comunità” sono un libro da sfogliare sul campo e con un ritorno positivo sul piano delle ricadute turistiche. Si chiama ” Passeggiate a Matera” l’offerta del tavolo multimediale interattivo che consente ai turisti che visiteranno Casa Noha, la sede del Fai operativa sulla Civita nei rioni Sassi, di avere utili indicazioni con testi, mappe, foto sul paesaggio urbano e sul circondario alla scoperta di luoghi speciali come monumenti, chiese, musei, quartieri, borghi. Il nuovo servizio, che si aggiunge al video racconto immersivo ” I Sassi invisibili, inaugurato nel 2014, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa dal vicepresidente del Fondo Ambiente Italia, Marco Magnifico alla presenza dai referenti territoriali del Fai e degli organizzatori del nuovo servizio, allestito in due stanze prossime ai servizi di accoglienza (biglietteria, book shop e punto ristoro). Il tavolo interattivo, ideato dal Fai e realizzato da Narrative Environments Operas di Milano, consente attraverso otto monitor touch-screen di scegliere da subito tra sei itinerari, articolati in 30 tappe, denominati “Sasso Caveoso, Sasso Barisano, Matera e l’acqua, Parco della Murgia materana, Sassi e cinema e Nuovi quartieri”.

Nel dettaglio videate e itinerari consentono di scoprire luoghi e materiali inediti dai set cinematografici, al sistema di raccolta delle acque all’itinerario speciale dell’Associazione Archivio storico Olivetti. I visitatori, pertanto, saranno stimolati a effettuare ulteriori visite accompagnate da guide o scaricando Applicazioni dedicate. ” La nuova offerta del Fai -ha detto il vicepresidente Marco Magnifico- in un luogo di conoscenza come Casa Noha- consente di ampliare la proposta conoscitiva su Matera, che non sono solo i rioni Sassi e l’habitat rupestre. Ma di scegliere itinerari, che aiutano a comprendere e a scoprire una città che stupisce per quanti la visitano, stimolando ad approfondire storia, arte, luoghi di un paesaggio unico e patrimonio dell’Umanità”. Un esempio di buone pratiche che aiutano ad apprezzare quello che c’è dietro l’effetto emozionale, che prende quando si visitano luoghi unici come Venezia o Matera. E poi con un pizzico di curiosità in più ci si arricchisce sul piano cultural e si sostiene l’economia locale. Passaparola…


Fonte: Giornalemio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.